Tag

, , ,

APOCALISSE DI GIOVANNI IL MISTERO DELLA DONNA E DELLA BESTIA CAP. 17, 16-18

IL MISTERO DELLA DONNA E DELLA BESTIA CAP. 17, 16-18

16 Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco. 17 Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio. 18 La donna che hai vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della terra».

I vassalli della Bestia – Prostituta – Babilonia si rivolteranno, la umilieranno, la sbraneranno, la incendieranno v. 16. Babilonia sarà ridotta ad un cumulo di rovine spoglie e fumanti. Tutta questa operazione è, in ultima analisi, diretta a Dio stesso a cui nulla sfugge delle vicende umane v. 17

Ovviamente coloro che identificano la Prostituta in Gerusalemme peccatrice rimandano al crollo della città sotto i Babilonesi nel 586 D.C. Chi invece, pensa all’ impero romano intuisce che nelle parole dell’ angelo un annuncio di fiducia e di coraggio : anche se ora l’ impero incombe con tutta la sua gloria e la sua forza repressiva, l’ Apocalisse ne sfida l’ orgoglio e la sicurezza cantandone la fine.

L’ ultimo versetto, il 18, è il suggello alla lezione dell’ angelo : la Prostituta è la grande città che regna sui re della terra, è il vessillo di ogni potere, il concentrato dei trionfi terreni ottenuti col sangue e l’ ingiustizia. Ma ben presto su di essa si scatenerà il giudizio e la condanna del Signore e dei signori e del Re dei re, il vero e unico Onnipotente.

Questo è il mio fioretto di oggi

Anche il capitolo 17 è terminato, l’ ora del giudizio universale sta per compiersi

Giusy Lorenzini ❤️

Scritto con l’ aiuto del libro del card. Gianfranco Ravasi, “Apocalisse”.