Tag

, , ,

APOCALISSE DI GIOVANNI CAP 17, 14-15

14 Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli».
15 Poi l’angelo mi disse: «Le acque che hai viste, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue

APOCALISSE DI GIOVANNI CAP 17, 14-15

Invano questi vassalli scatenerà no la loro guerra contro l’ Agnello Cristo. V. 14 Egli è il Signore di tutto e di tutti e li farà precipitare nella polvere, trionfando su di loro, avendo accanto a sé i cristiani, definiti “i chiamati, gli eletti, i fedeli” v. 14

La spiegazione dell’ angelo si sta avviando verso la conclusione. Dopo aver ripreso il tema delle acque che circondano la Prostituta (17,1), divenuta ora simbolo dell’ intera umanità descritta nella tradizionale formula quadriforme dei popoli, delle moltitudini (di solito si usa tribù), delle nazioni e delle lingue v. 15, si delinea un nuovo atto.

Questo è il mio fioretto di oggi

Giusy Lorenzini ❤️

Scritto con l’aiuto del libro del card. Gianfranco Ravasi, “Apocalisse”.