Tag

, , , ,

APOCALISSE DI GIOVANNI CAP 14,19-20 LA SECONDA SERIE DEI TRE ANGELI DEL GIUDIZIO

LA SECONDA SERIE DEI TRE ANGELI DEL GIUDIZIO CAP 14, 19-20

19L’angelo lanciò la sua falce sulla terra, vendemmiò la vigna della terra e rovesciò l’uva nel grande tino dell’ira di Dio. 20Il tino fu pigiato fuori della città e dal tino uscì sangue fino al morso dei cavalli, per una distanza di milleseicento stadi.

La vendemmia del male, che è quasi il succo della storia, produce risultati clamorosi tanto è alto il livello d’ ingiustizia dell’ umanità vv. 19-20. Quel vino avvelenato che esce dal “tino dello sdegno di Dio” diventa una specie di “Mar Rosso” che, con le sue onde travolgenti, dilaga sulla terra raggiungendo il morso dei cavalli per oltre trecento chilometri.

Nel testo si fa riferimento alla distanza di milleseicento stadi (lo stadio è sui duecento metri). Per valore simbolico dei numeri, tanto caro all’ Apocalisse, questa misurazione vuole evocare la totalità dello spazio geografico del male. Esso pervade tutto il nostro pianeta; il n orizzonte ne è avvolto; c’è una morsa che ci attanaglia e dalla quale dobbiamo essere liberarti attraverso il giudizio divino.

Questo è il mio fioretto di oggi

Giusy Lorenzini ❤️

Scritto con l ‘ aiuto del libro del card. Gianfranco Ravasi, Apocalisse “