Tag

, , , , , , ,

LA LOTTA TRA IL DRAGO, MICHELE E LA DONNA

LA LOTTA TRA IL DRAGO, MICHELE E LA DONNA

17 Allora il drago si infuriò contro la donna e se ne andò a far guerra contro il resto della sua discendenza, contro quelli che osservano i comandamenti di Dio e sono in possesso della testimonianza di Gesù.
18 E (il drago) si fermò sul litorale del mare.

Il drago, comunque, non si placa e ritorna all’ assalto v. 17.Questa voltano si accontenta di colpire direttamente la donna, vuole irrompere sulla “sua discendenza”, proprio come in Genesi 3,15. Nel Figlio, cioè Cristo, appaiono anche i figli, cioè i cristiani, che qui sono descritti con due definizioni suggestive. Essi sono “coloro che osservano i comandamenti di Dio”. Essi sono anche “coloro che hanno la testimonianza di Gesù“, cioè sono i fedeli custodi del Vangelo e partecipi alla testimonianza di Cristo crocifisso. Ma contro costoro il drago demoniaco non potrà prevalere ed è questo che allude il versetto finale, il 18, col drago fermo sul litorale del mare.

Questo è il mio fioretto di oggi

Il primordiale mostro Marino (il drago) sulla spiaggia e nella linea di confine tra mare e terra, delinea il drago demoniaco fermo sul segno del suo limite, che è già di per sé una arretratezza e indice di sconfitta.

Giusy Lorenzini ❤️

Scritto con l’ aiuto del libro del card. Gianfranco Ravasi, “Apocalisse”