Tag

, , , , , , , , , ,

VERSO NUOVI CIELI

E voi, splendidi insetti alati, siete riusciti a spiccare il volo?

I vostri colori, i ghirigori magici sulle vostre ali,

hanno vinto sul fuoco che arde da mano d’ uomo?

Volate farfalle, volate lontano,

da chi scarta la vita

giocandola a sorte e antepone la morte.

Nel fuoco rovente tutto si perde,

nel Cielo più Alto,

nulla si disperde.

Estinto realmente è chi declina tal pregio,

e non accoglie quel dono facendone sfregio.

Tutto il Creato è perfezione,

nulla si sfiora senza ragione.

Oh! Pioggia scendi, scendi copiosa,

raccogli il grido che il savio t’ invoca!

In contumacia l’ impronta rimane,

il dolo è un marchio che appartiene all’ infame.

Quel fumo che, imperterrito sale,

ricorda all’ uomo di non osare.

By Giusy Lorenzini ❤️

“L’ AMAZZONIA NON È PATRIMONIO DELL’ UMANITÀ” JAIR BOLSONARO

Ho il cuore contrito nel vedere queste immagini, tutto il mondo sa chi sono i responsabili di questo disastro, eppure, non si riesce a risolvere il problema della deforestazione mondiale. L’ Amazzonia arde in realtà da anni, producendo danni irreparabili all’ ecosistema (la foresta da sola produce il 20% di tutto l’ ossigeno che occorre alla Terra). Bruciando, si distruggono alberi di cui l’ uomo non ha ancora catalogato e così è, per le specie insettivore e altro. Chissà quanti estratti per curare malattie di cui non ne sapremo mai nulla, poiché (ne sono convinta), il libro della Natura offre all’ uomo le risposte ai suoi mali; ma non conosciamo che poche pagine di quel libro e il fuoco appeso dall’ avidità umana, distrugge per sempre i rimedi ed i vantaggi che potevano essere usati a nostro beneficio. Il presidente del Brasile Bolsonaro, ha rivendicato recentemente al congresso dell’ ONU, con superbia, che l’ Amazzonia NON È PATRIMONIO DELL’ UMANITÀ, ma bensì della sua nazione. Questa affermazione arbitraria e spregiudicata, equivale ad una precisa volontà di non cedere a questo delirio di onnipotenza, nel silenzio dei potenti che confermano ancora una volta, che gli interessi economici valgono più di ogni forma di vita terrestre.