Tag

, , , , , , , , , , , ,

-Giotto- Gesù entrò a Gerusalemme cavalcando un asino

CRISTO È  RISORTO, POSSIAMO ESSERNE SICURI? SECONDO LE SCRITTURE…SÌ

PREMESSA

“Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, morì e fu sepolto. Il terzo giorno è risuscitato secondo le Scritture”. Da questa frase contenuta nel Credo, è nata in me la volontà di saperne di più. Quali sono le Scritture che attestano una rivoluzione così sconvolgente? Queste parole pesanti come macigni, ma senza dubbio ricche di gioia e speranza, risplendono ogni volta nel cuore di colui che le ascolta generando una eco viva e inarrestabile. La particolare ricerca di questo testo è stata avviata dall’affollarsi delle domande e dal desiderio di trovare delle risposte. La risurrezione di Cristo è il nucleo centrale del Cristianesimo e per questo motivo si è scaturita in me l’esigenza di approfondire questo argomento; attraverso la Parola di Dio: la Bibbia. La validità dei fatti riguardanti la passione, morte e la risurrezione di Cristo, riportati nel Vangelo, è attestata dalle profezie presenti nell’ Antico Testamento e dagli scritti dei salmisti. Con pazienza certosina ho analizzato le parole dei profeti e le ho confrontate con alcuni avvenimenti contenuti nel Nuovo Testamento. Le profezie per essere tali, devono per forza rivelare PRIMA gli avvenimenti che POI si realizzeranno. I profeti trattati in questo testo sono vissuti secoli prima della venuta di Cristo, e precisamente:

● Zaccaria vissuto circa nel 500 a. c.

● Isaia vissuto circa nel 700 a.c.

● Giona vissuto circa nel 700 a.c.

● I Salmi di Davide furono composti circa nel 1000 a.c. per poi essere riportati in forma scritta nel VI secolo a.c.

● Il libro dell’Esodo fu scritto nel 1280 a.c.

● I libri Sapienzali scritti all’incirca nella seconda metà del I secolo a.c.

Anni or sono, donai parecchi scritti a vari sacerdoti che non li degnarono neppure di uno sguardo, mi dispiacque molto all’epoca…Se penso a quanta strada ha fatto questo piccolo blog sparuto nell’Universo, ora mi vien da sorridere e penso che quando le cose devono andare avanti, non c’è gerarchia che può fermarle. Un detto dice “Si chiude una porta e si apre un portone…ed è  stato proprio così. Questo mio complesso studio di comparazione tra l’Antico e il Nuovo Testamento, che intitolai “Secondo le Scritture”, lo spedii qualche anno fa ad un Vescovo, ora Cardinale; inaspettatamente mi rispose, è l’unico riconoscimento che la Chiesa mi ha concesso.

LE PROFEZIE DELL’ANTICO TESTAMENTO RIVELANO LE MODALITA’ DELLA PASSIONE, MORTE E RISURREZIONE DI CRISTO

 Nel 500 a.c il profeta ZACCARIA annunciava:

Esulta grandemente figlia di Sion, giubila, figlia di Gerusalemme! Ecco, a te viene il tuo re. Egli è giusto e vittorioso, umile, cavalca un asino, un puledro figlio d’asina. ZACCARIA 9,9

 GESÙ ENTRO’ IN GERUSALEMME CAVALCANDO UN ASINO 

Dal Vangelo di MATTEO 21,7

“Quando furono vicini a Gerusalemme e giunsero presso Betfage, verso il monte degli ulivi, Gesù mandò due dei suoi discepoli dicendo loro:” Andate nel villaggio che vi sta di fronte: subito troverete un’asina legata e con essa un puledro. Scioglieteli e conduceteli a me. Se qualcuno poi vi dirà qualche cosa, rispondete: il Signore ne ha bisogno, ma li rimandera’ subito”. Ora questo avvenne perché si adempisse ciò che era stato annunciato dal profeta:

Dite alla figlia di Sion, ecco il tuo re viene a te mite, seduto su un’asina, con un puledro figlio di bestia da soma. 

I discepoli andarono e fecero quello che aveva ordinato loro Gesù: condussero l’asina e il puledro, misero su di essi i mantelli ed egli vi si pose a sedere”.

Questo racconto è presente nel Vangelo di MARCO 11,1-7  LUCA19,28-35  GIOVANNI 12,14-15

La profezia del profeta Zaccaria, si è avverata

FU ACCOLTO COME UN RE

I Salmi di Davide furono composti circa nel 1000 a.c. per poi essere riportati in forma scritta nel VI secolo a.c.

SALMO 118,25-27

“Dona, Signore, la salvezza, dona, Signore, la vittoria! Benedetto colui che viene nel nome del Signore; Dio, il Signore è nostra luce. Ordinate il corteo con rami frondosi fino ai lati dell’altare”.

  Dal Vangelo GIOVANNI 12,12-13

“Il giorno seguente, la gran folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele!

Questo racconto è presente nel Vangelo di MATTEO 21,8-9 MARCO 11,8-10 LUCA 19,36-38

La profezia del salmista si è avverata

IN MY HUMBLE OPINION

Voglio sottolineare le parole del salmista:“ORDINATE IL CORTEO CON RAMI FRONDOSI”* e così avvenne. Le profezie scritte secoli prima della venuta di Cristo se confrontate con il Vangelo, sono praticamente sovrapponibili. Non deve stupirci troppo il fatto che i salmisti scrivessero secoli prima, fatti che sarebbero accaduti successivamente; essi erano guidati dallo Spirito di Dio. Nella Sua dimensione atemporale, presente, passato e futuro sono compresenti, per cui la chiaroveggenza è un fenomeno naturale. Dio inoltre, per portare avanti il Suo disegno di salvezza utilizza la Provvidenza, gli angeli suoi servitori e anche canali umani, che possono essere profeti, salmisti, santi o, chiunque sia in condizioni tali da essere uno strumento nelle Sue mani. Sia chiaro a tutti però che ogni essere umano che pronuncia il suo “sì” a Dio, lo fa senza abolire il proprio libero arbitrio, non siamo burattini nelle Sue mani! La libertà è un dono d’amore che Dio ha fatto all’umanità e bisogna prenderne coscienza, poiché un giorno dovremo rendere conto dell’USO che ne abbiamo fatto della nostra libertà ed è bene non dimenticarlo.”

Dice il Signore:

“Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura”

La Teologia non puo’ piu’ essere elitaria, e’ un patrimonio che ci appartiene e per questo motivo deve essere divulgata in modo maggiore visto l’invito diretto che Cristo fa ad ognuno di noi. Certamente bisogna cercare di essere preparati, anche se non necessariamente dotti o sapienti; lo studio biblico implica una lettura versetto dopo versetto, perché le grandi rivelazioni sono racchiuse a volte in poche righe, Dio è nei dettagli! Non dobbiamo mai dimenticare che lo Spirito agisce e aiuta su chi si rende ricettivo; pensate agli apostoli, la maggioranza di loro erano poveri pescatori analfabeti eppure diffusero ovunque la parola del Signore. Da oggi fino al giorno di Pasqua, mi farò discepola anch’io e pubblicherò questi scritti, per riflettere sul più grande Mistero cristiano.

Questo studio è stato effettuato utilizzando la Bibbia di Gerusalemme, il testo ufficiale cei.

*”I rami frondosi“, nelle zone meriodientali sono le palme. Nelle zone mediterranee invece, sono state sostituite con delle fronde di ulivo.

Buona domenica delle Palme e…buona meditazione!

Giusy ❤

Annunci