Tag

, , ,

SONO UMBRA, ED HO VISITATO ALCUNI LUOGHI DOVE C’È STATO IL TERREMOTO, PICCOLI BORGHI DOVE LA TV NON ARRIVA

 QUESTA È LA SITUAZIONE ATTUALE…

 PICCOLI PAESI INCASTONATI IN MEZZO AD ALTE MONTAGNE, CASE DI PIETRE CHE SAREBBERO CADUTE FACILMENTE, SENZA NESSUNA REGOLA ANTISISMICA

LA NATURA SI ERGE SOVRANA, NON È ESSA CHE PUÒ PIEGARSI ALL’UOMO, MA È L’UOMO CHE DEVE IMPARARE A CONVIVERCI.

IN MY HUMBLE OPINION…

Ho fatto un’ escursione in alcune zone terremotate della mia Umbria. Zone lontane dai circuiti televisivi, dove si parla solo di Norcia, Cascia e Amatrice. Osservando questi piccoli paesi, spesso adagiati tra le gole delle montagne e osservando le macerie, mi sono subito resa conto di come la forza della natura, sovrasti sopra ogni cosa. So perfettamente, che l’Italia ha un patrimonio antichissimo e costruito in tempi dove non si potevano lontanamente immaginare criteri antisismici. Di sicuro, è l’uomo che deve adeguarsi alla natura e non viceversa e ciò che ho visto, ha riconfermato che finché madre terra non fa sentire la sua voce e la sua forza, l’uomo moderno non ne vuol sapere di sottostare alle sue leggi e prendere i dovuti provvedimenti. La domanda che mi è sorta spontanea guardando quelle macerie, è stata come mai quei cervelloni che stanno al potere da decenni, non hanno copiato gli altri paesi, visto che non sono mai stati in grado d’imparare da soli; non si faceva così anche a scuola? Non sono in grado, pur essendo strapagati, nemmeno a copiare, questi pozzi di scienza! L’esempio ci viene dal GIAPPONE. Questo popolo, con il terremoto ci convive da sempre e non subisce danni di questo genere perché usano oltre che il CERVELLO, LA TECNOLOGIA. Cementi elastici, molle nelle fondamenta che fanno da ammortizzatori, case strutturate in modo adeguato, alleggerite e, con dei requisiti ben precisi e collaudati. Per non parlare poi dei piani di evacuazione, insegnati nelle scuole fin dalla prima infanzia. Quello che mi ha colpito in modo schiacciante visitando questi luoghi è stato IL SILENZIO. Interi paesi erano avvolti da lui, poiché le persone sono state tutte evacuate in alberghi o chissà dove. Ho udito solo lo scricchìolio dei rami che si spezzavano, il rumore dei fiumiciattoli, l’aria fredda e umida che mi pizzicava le guance, quasi per tirarmi su di morale! Insomma, lì, la natura parlava e l’uomo taceva. Mi pareva d’essere come in uno di quei film post-nucleari, dove la razza umana  si era estinta e l’unico ricordo che certificava la loro esistenza, erano quelle case, alcune cadute, altre in piedi, ma con porte e finestre chiuse, chiuse ad un mondo che non vuole piegarsi alle leggi della natura e trarne il dovuto insegnamento.

E QUESTO È UN ALTRO TERREMOTO…

Ho lottato come una leonessa, in questo blog e su Facebook, affinché la Nostra Costituzione repubblicana fosse salvata. Il risultato elettorale mi ha fatto esultare di gioia per la vittoria del NO! Purtroppo è stata una vittoria di Pirro, poiché dopo la sconfitta del SI, la parola doveva ritornare al popolo attraverso NUOVE VOTAZIONI, con una legge elettorale veloce condivisa da tutti. Questo è il risultato…

PROMOSSA ALLA CARICA DI SOTTOSEGRETARIO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

PROMOSSA A MINISTRO DELL’ISTRUZIONE

GOVERNO FOTOCOPIA DEL PRECEDENTE, 4° GOVERNO SENZA PASSARE PER LE URNE

ART. I DELLA COSTITUZIONE ITALIANA: LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO.

LA SOVRANITA’ APPARTIENE  (QUASI) AL POPOLO…

Un saluto speciale a tutti coloro che ingenuamente (compresa me), hanno pensato di poter cambiare qualcosa in questo paese Gattopardesco. Avevo scritto che il referendum sarebbe stata la mia ultima battaglia per il popolo italiano …e così sarà.

UN ABBRACCIO A TUTTI COLORO CHE COME ME, HANNO COMBATTUTO, CONDIVISO, SPERATO.

GIUSY


Annunci