Tag

, , , , , ,

Dal libro dell’Esodo 20,7

“Non pronuncerai invano il nome del Signore, tuo Dio, perché il Signore non lascerà impunito chi pronuncia il suo nome invano.”

Caro diario, dopo i fatti scorcentanti di Parigi mi sono presa una pausa e ho cercato di saperne di più. Ammetto la mia ignoranza; io non conoscevo il settimanale satirico, Charlie Hebdo e per questo motivo neanche i suoi contenuti. Certo, quando ho visto le vignette e ho consciuto la sua storia sono rimasta di sasso. Tanto per cominciare, le vignette non mi fanno ridere, sono offensive e non le approvo. Se per amor di satira, si deve offendere il credo di milioni di persone e mettere in pericolo la propria vita e quella degli altri, io non ci sto. La libertà è inviolabile ne sono convinta, ma finisce quando calpesti quella altrui. Ripudio con forza ogni forma di violenza come risposta alla libertà di scrivere, ma la satira sa essere efficace e feroce senza scomodare Dio, Allah, o Maometto in quella maniera. È lecito, raffigurare Maometto come un bombarolo? È lecito inveire contro il Corano, descrivendolo come un escremento? Già, perché le vignette incriminate sono di questo livello. E che dire di nostro Signore, Gesù Cristo, che è stato raffigurato mentre veniva sodomizzato dallo Spirito Santo? Questa è la cruda realtà di queste vignette, disegnate da atei. A proposito, se sei ateo, cosa disegni il nulla? Se si pretende, giustamente rispetto per il proprio credo (o non credo), bisogna innanzitutto rispettare quello altrui. Non si può sempre lanciare il sasso e poi nascondere la mano e usare come scudo la libertà di espressione per fare i propri comodi o peggio, per aumentare le vendite…

“Non pronuncerai invano il nome del Signore , tuo Dio…”

Dio dice, NON PRONUNCERAI … Ma cosa significa esattamente? Quando, si pronuncia invano il nome di Dio? Si nomina il nome di Dio invano, con la bestemmia, con il linguaggio volgare associato a Dio, con parole irriverenti e scandalose, utilizzando il Suo nome per il proprio tornaconto. Non pronunciare il nome di Dio invano, significa anche e soprattutto, non utilizzare il nome di Dio come testimone per compiere il male, proclamando che quello è il volere di Dio. Invece cosa fanno gli uomini in Suo nome? Le guerre sante! Le inquisizioni, le pulizie etniche, gli attentati terroristici, i Kamikaze ecc…Pronunciando il Suo nome, gli umani si sono sentiti e si sentono autorizzati di compiere ogni sorta di nefandezze.

“NON PRONUNCERAI INVANO IL NOME DEL SIGNORE, TUO DIO, PERCHÉ IL SIGNORE NON LASCERA’ IMPUNITO CHI PRONUNCIA IL SUO NOME INVANO”.

Annunci