Tag

, , , , , , , , ,

“… Il caso non può essere una spiegazione. Esso è materialmente impossibile. È anche l’opinione dei fisici: per mancanza di tempo e di sufficienti combinazioni possibili. Una somma di casi non crea una legge; una somma di casi non crea l’adattamento. […] Il processo evolutivo non si sviluppa nel disordine. Se introducete il disordine in un organismo, ne vedrete le conseguenze: la morte. L’evoluzione non è mai potuta avvenire nel disordine: l’abbiamo sottolineato troppo poco. Gli esseri in preda al disordine scompaiono. Ripeto: la vita è il trionfo dell’ordine, l’anarchia è assolutamente impensabile in termini biologici. L’evoluzione non si sviluppa nel disordine, è assolutamente impossibile. “

Pierre-Paul Grasse’

Intervista rilasciata a C.Chabain in Dieu existe-t-il? Oui, Stock 1979, pp 94-98

“Per quanto concerne l’origine della vita, dopo un secolo e mezzo di darwinismo siamo lontani da una soluzione condivisa e, come scrive PAUL DAVIES, fisico di fama mondiale, nel suo libro Da dove viene la vita: “se la teoria centrale della vita non è in grado di spiegarne l’origine, siamo di fronte a un serio problema”. Da dove viene la vita, Augias? Ho appreso dai biologici che per il darsi della vita, sono necessari quattro elementi chimici: proteine, zuccheri, grassi, dna. Mi fermo al primo di essi, le proteine. Da dove vengono le proteine? “Le probabilità contrarie alla sintesi puramente casuale delle sole proteine sono circa 10⁴⁰⁰⁰⁰ … un numero che, scritto per esteso, occuperebbe un intero capitolo di un libro” scrive DAVIES. Provo a riflettere. Da un lato abbiamo 1, dall’altro un numero astronomico per scrivere il quale occorre riempire di zeri un bel po’ di pagine, e nella ruota biologica esce propio quell’unico1. Lei lo chiama caso? Ammettiamolo pure. Poi il medesimo processo si ripete per gli zuccheri. Anche qui caso? Poi si ripete per i grassi. Anche qui caso? Poi per il DNA (lei penso abbia un’idea della complessità del genoma, riflettendo sulla quale Francis Collins ha scritto il citato Linguaggio di Dio). Anche qui un caso? Poi si ha l’assemblaggio di proteine + zuccheri + grassi + DNA in modo tale da formare un essere vivente. Dobbiamo anche qui parlare di mutazione causale?”.

Corrado Augias-Vito Mancuso, Disputa su Dio e dintorni, Arnoldo Mondadori Editore, S.P.A, Milano, 2009, pp24-25.

Caro diario, è da tanto tempo che sono alla ricerca di Dio, nelle Sacre Scritture, nella natura e nella scienza. In questo articolo, (che suddividero’ in due parti per dar modo a chi legge il mio blog di riflettere meglio), lascio la parola a chi ne sa molto, ma molto, più di me. Invito i lettori a documentarsi sul curriculum vitae di questi illustri scienziati, come Paul Davies, Pierre-Paul Grasse’ ed altri che citerò nel prossimo articolo. Con le loro conoscenze, hanno saputo darmi delle risposte a tante domande che affollavano la mia mente. Certo sono opinioni, che non tutti possono condividere, ma nel mio blog, si sa, non ci sono imposizioni…a presto con la seconda parte, ciao a presto Giusy.

Annunci