Tag

, , , , , , ,

” IL SIGNORE Dio plasmo’ con la costola,  che aveva tolto all’uomo, una donna e la condusse all’uomo (Genesi 2,22).

Dopo secoli di lotta, ecco la rivincita delle femministe: Eva non è stata creata da una costola di Adamo,  bensì dal suo fianco; e quindi è allo stesso livello dell’uomo. Perché,  come hanno sottolineato i rabbini, se Dio avesse voluto che la donna fosse schiava dell’uomo l’avrebbe creata dai suoi piedi; se l’avesse voluta dominatrice l’avrebbe creata dalla testa di Adamo; creandola dal suo fianco – parte del corpo indispensabile per vivere,  a differenza di una costola –  l’ha destinata a essere la sua compagna, in tutto e per tutto alla pari. Ma perché non creare Eva dalla terra? Perché, hanno risposto i rabbini, Adamo – non sentendola come carne della sua carne – avrebbe potuto rifiutarla come compagna; stesso discorso per Eva.Tornando alla costola di Adamo, sela’  è il termine ebraico in questione: raramente significa costola, generalmente indica fianco o lato. Sarebbe tradotto in forma popolare con costola perché per gli antichi Ebrei il torace era la parte nobile dell’uomo: lì ci batte il cuore, centro degli affetti ma soprattutto del pensiero,  come per noi oggi il cervello. E per la donna era necessaria una parte nobile. Propongo – scrive il teologo ebreo Pinchas Lapide – che si proceda urgentemente alla correzione di questa errata traduzione.

Roberto Beretta- Elisabetta Broli, Gli UNDICI COMANDAMENTI, pref Mons.Ravasi, Ed Piemme,  Casale Monferrato, 2002

Caro diario, ho deciso di scrivere oggi, che Eva non è nata dalla costola di Adamo, viste le numerose visualizzazioni dell’articolo precedente. Possiedo due libri di Roberto Beretta e di Elisabetta Broli, pieni zeppi di equivoci, bugie , luoghi comuni sulla Bibbia. Io mi domando quando la Chiesa deciderà di fare le dovute rettifiche. Gli errori deviano dalla realtà e questo è inaccettabile, per secoli la donna è stata sottomessa all’uomo per via di una costola! I primi medici che studiavano l’anatomia umana, pensavano che gli uomini avessero una costola in meno! Roberto Beretta,  è un giornalista – scrittore che collabora con la rivista “AVVENIRE”. Elisabetta Broli è una giornalista – scrittrice, che ha curato un libro di don Mazzi. MONS. Gianfranco Ravasi ora è Cardinale; dico io, avranno valutato bene le loro affermazioni prima di pubblicarle! Non mi risulta ad oggi che abbiano dovuto ritrattare ciò che hanno scritto. Nel Vangelo il Signore dice che la verità ci renderà liberi, e’ per amore di verità che tutto deve venire alla luce, perché se sono ingannata nel poco, posso esserlo anche nel molto. Il rabbino Pinchas Lapide, aspetta una rettifica; a distanza di dodici anni dall’uscita del libro, ancora non si sono avute notizie in tal senso…Giusy

Annunci