Tag

, , , , , , ,

IoVoglio spiegare meglio chi sono io.

Spesso mi viene chiesto come io possa trattare argomenti così complessi e articolati, pur non avendo fatto scuole di alto livello. È vero, io non ho particolari diplomi o lauree di cui vantarmi, sono figlia di un muratore e di una casalinga. I soldi sono sempre scarseggiati e così decisi di andare a lavorare, appena finite le medie ( devo ammettere con lo stupore di tutti ), anche se a scuola andavo veramente bene. Poi sopraggiunse la malattia… Il seme che la scuola aveva gettato in me, non smise mai di crescere. Per anni ho dipinto e comunque la sete di conoscenza non mi ha mai abbandonato, così, nei lunghi anni della malattia e nelle lunghe ore in ospedale ho sempre studiato di tutto, concentrandomi soprattutto sul “trascendente”, che era, ed è la cosa che più mi affascina. Quando mio figlio iniziò le scuole, ero la maestrina che lo aiutava nei compiti; ma quando cominciò a frequentare il liceo, la situazione si capovolse, era lui, il mio professorino, in quanto mentre ripassava una lezione, io gli ponevo le domande; e intanto imparavo… Adesso Manuel è adulto, va all’università, ma quando ho qualche dubbio, soprattutto nella sintassi, non mi nega il suo aiuto; prende la penna rossa e controlla i miei scritti, infatti io lo chiamo ancora,” il mio severo professorino dalla penna rossa”. La mia scuola inoltre è la VITA, come faceva Socrate,  che andava nelle piazze a far domande, come se non sapesse nulla e intanto”allargava” le sue conoscenze senza darlo a vedere. Così, con le dovute distanze da un tale genio, io in cinquant’anni della mia esistenza non ho mai smesso di cercare risposte alle mie domande. Oltre ai libri, ad Internet, ho chiesto sempre lumi a chi mi capitava di turno; cosicché,  tanto per fare un esempio, le prime nozioni di un Dio che si collocasse in una dimensione aldilà del tempo e dello spazio, me le diede un ingegnere. Quando si scrive, bisogna stare molto attenti, sulle citazioni perché ci sono i diritti d’autore. Vorrei che si capisse che quando io scrivo, è tutto un’ insieme di quelle cose che ho appreso nel tempo, che si uniscono e formano il mio pensiero. Quando posso, cito sempre se una frase è di tizio o caio, ma spesso sono le mie elucubrazioni, che mi hanno portato a quella conclusione. Che COLPA NE HO, se un filosofo prima di me le aveva già pensate a mia insaputa? Nell’antichità vennero costruite piramidi di varie forme, in parti diverse del mondo,  da civiltà completamente sconosciute l’una dall’altra. Questo sta a significare, che ogni essere umano, se dotato di tutti gli strumenti necessari, può arrivare comunque a trarre una conclusione al pari degli altri. Mio nonno, era un contadino poverissimo , eppure senza orologio , guardando il sole sapeva esattamente che ora fosse. Conosceva quando seminare o raccogliere i frutti di quel duro lavoro,  guardando le fasi lunari e non c’era Frate Indovino ad indicaglierle, ( tanto non sarebbe stato in grado di leggerlo ,essendo analfabeta) !

Caro diario, sentivo un bisogno di un chiarimento ( non che qualcuno me lo abbia chiesto ), ma vorrei con la mia testimonianza, incitare il più possibile le persone che mi seguono, a perseverare e a non cedere alla tentazione che studiare sia inutile, l’ignoraranza e’ inutile e dannosa! Io non so che darei per entrare nella mente di Hawking, o di qualche premio Nobel. Mi sento anche di aggiungere, che chi con il cuore cerca Dio, lo Spirito agisce nelle menti, per aiutare coloro che vogliono trovarlo.

 Dal libro della Sapienza 6, 18-12   LA SAPIENZA SI LASCIA TROVARE : “La Sapienza è radiosa e indefettibile, facilmente è contemplata da chi l’ama e trovata da chiunque la cerca”

Annunci