Tag

, , ,

Inferno e’ il termine in cui si indica il luogo metafisico che attende, dopo la morte, le anime degli uomini che hanno rifiutato Dio, scegliendo in vita il male e il peccato.(Wikipedia). Il concetto di Inferno, ai nostri giorni si spiritualizza, non è più un luogo come nel passato, ma è uno stato di coscienza:è il tormento dell’anima. L’Inferno è una realtà presente in tutte le tre religioni monoteistiche(Ebraismo, Cristianesimo, Islam).Ammetto che decidere di scrivere su questo argomento non è stato facile, è ben schivato da tutti! L’Inferno spesso è oggetto di insicure derisioni, come fosse un tabù di cui è meglio non parlarne. A volte si ostenta una sicurezza sul fatto di essere salvati dalla bontà di Dio, oppure per tagliar corto, si nega la sua esistenza. Nelle Sacre Scritture invece, se ne parla eccome! Nel Vangelo Gesù ammonisce severamente gli uomini, con ripetuti avvertimenti affinché si convertano e non perseverino nel compiere il male. Ecco alcuni esempi:” Se la tua mano ti scandalizza,  tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare nella Geenna*, nel fuoco inestinguibile”. Marco 9,43. ” Poi dira’ a quelli alla sua sinistra: via lontano da me, maledetti,  nel fuoco eterno, preparato per il Diavolo e per i suoi angeli”. Matteo 25,41.” così sarà la fine del mondo. Verranno gli Angeli e separeranno i buoni dai cattivi e li getteranno nella fornace ardente,  dove sarà pianto e stridore di denti”. Matteo 13,49 50. Ogni essere umano è libero di credere o non credere, di seguire la via che porta al bene o decidere di non farlo. Il nostro giudizio non è un atto isolato, ma si realizza giorno dopo giorno,  con le proprie azioni quotidiane. Nel momento che sopraggiunge la morte per ogni uomo, seguirà immediatamente il giudizio “particolare”: è il momento in cui sarà rilevato ogni segreto del nostro cuore. L’anima si giudica da sé e inizia subito un percorso che porterà verso un cammino di purificazione,  o di immediata beatitudine, o di un estremo dolore e disperazione. Il giudizio “particolare” non è da confondersi  con “il giudizio universale” che avverrà nel punto Omega, dove Cristo, in una creazione totalmente rinnovata e trasformata farà ritorno e mettera’ in piena luce quello che ancora ai nostri occhi è nascosto.

* Geenna, valle dove venivano bruciati i rifiuti , gli animali morti e in alcuni casi anche cadaveri umani. Gesù usava questo nome per indicare L’Inferno.

caro diario,  prossimamente  terminero’ questo argomento, sono molto stanca , ma devo farlo.

Annunci